Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Russia: cane torturato perde le zampe posteriori

Russia: cane torturato perde le zampe posteriori

Torturato senza pietà, in quella che sembra essere la replica in “salsa russa” della tragica storia (tutta italiana) di Dream, il pastore tedesco che a seguito di vergognosi abusi perse tre zampe.

Il caso arriva da San Pietroburgo ed è riportato da Tecnologia-Ambiente: un gruppo di persone ha brutalmente torturato un cane senza alcuna ragione, riducendolo in fin di vita.

Un orrore senza fine riportato persino dai TG nazionali russi, quello di questo fatto di cronaca: al cane è stato dapprima praticato un taglio alla gola, poi la lama lo ha inciso lungo tutta la spina dorsale. Infine, è stato appeso per le zampe posteriori ad un cavo.

Miracolosamente, il cane è riuscito a sopravvivere grazie all’intervento tempestivo di alcune persone che lo hanno avvistato in un parco.

Trasportato di urgenza in un centro veterinario, l’animale è stato costretto a subire l’amputazione di entrambe le zampe posteriori: gli stessi medici sono rimasti scioccati dalla gravità delle ferite inflitte e dalla ferocia perpetrata nei confronti di una creatura gentile e totalmente indifesa. 

Il cane ora si chiama Bonus. Dal momento che è di grossa taglia, gli sarà impossibile muoversi da solo trascinandosi sulle zampe anteriori. Per questo motivo si raccolgono fondi, in Russia, per costruire per lui una specifica attrezzatura che gli permetterà di deambulare.

A questa pagina è possibile vedere il video che mostra le condizioni attuali del cane.

Nella foto: Bonus.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com