Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Sudafrica: ora i rinoceronti li ammazzano coi kalashnikov

Sudafrica: ora i rinoceronti li ammazzano coi kalashnikov

Sono stati uccisi senza la minima pietà, gli otto rinoceronti ritrovati senza vita all’interno del Kruger, il più importante parco sudafricano.

La notizia è relativa alle ultime ore e viene riportata anche dal quotidiano LaStampa.

La cosa che più lascia inorriditi è la modalità con cui questi animali rarissimi e ormai in serissimo pericolo di estinzione sono stati uccisi: abbattuti a colpi di Ak-47, meglio noto come kalashnikov. 

I bracconieri sono dunque arrivati al punto di massacrare gli animali crivellandoli a colpi di fucile mitragliatore. 

Il tutto, naturalmente, per il loro corno.

Sono stati i ranger del parco Kruger a ritrovare i corpi senza vita degli otto animali, in due diverse aree della struttura. A dare la notizia, il portavoce dell’Ente nazionale dei parchi sudafricani. 

Una strage che ha lasciato sbigottiti tanto i ranger quanto l’opinione pubblica, e che ha portato all’apertura immediata di un’indagine tesa a stabilire in modo chiaro tutte le responsabilità. Le investigazioni sono entrate subito nel vivo e, nel corso di uno scontro a fuoco con i bracconieri, i ranger hanno sparato e ucciso due bracconieri. Nessuno ne sentirà la mancanza.

Soltanto nel 2011 sono stati uccisi in Sudafrica 443 rinoceronti (252 solo nel parco Kruger), con un pericoloso aumento rispetto al 2010, che aveva visto la morte per bracconaggio di 333 esemplari. I corni estirpati a questi animali vengono rivenduti in Asia, soprattutto in Cina e nel Sud Est, dove vengono utilizzati per la medicina tradizionale anche se d’altro non sono fatti che di cheratina, ossia della stessa sostanza di cui sono costituite anche le nostre unghie.

Nella foto: il ritrovamento di un rinoceronte ucciso e mutilato del corno.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com