Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Hawaii: c’è una taglia sulla testa dell’assassino di foche

Hawaii: c’è una taglia sulla testa dell’assassino di foche

È stata stanziata una ricompensa di 30 mila dollari, la più alta mai raccolta nelle Hawaii, per individuare ed arrestare i responsabili dell’uccisione brutale di alcune foche monache nel Paese. 

La misteriosa serie di uccisioni che ha colpito così pesantemente questa specie minacciata dall’estinzione ha spinto associazioni e cittadini a raccogliere il denaro per stimolare i testimoni degli eventi ad aprire la bocca.

In tutto il mondo le foche monache hawaiane sono solamente 1.100 e gli scienziati sono concordi nel sostenere che saranno completamente scomparse entro 50, massimo 100 anni. 

“Sono certo che ci sia qualcuno che sa”, ha dichiarato William Aila, presidente del Department of Land and Natural Resources.

Lo scorso novembre sono stati ritrovati sull’isola di Molokai i corpi senza vita di due foche monache: qualcuno le aveva bastonate a morte. Un’altra foca, stavolta mutilata e squarciata, è stata ritrovata nelle scorse settimane a Kauai, mentre una quarta uccisione avvenuta a Molokai è attualmente sotto esame.

“Non facciamo che domandarci perché”, commenta Aila, “Perché mai qualcuno dovrebbe fare una cosa del genere ad animali così socievoli, gentili, buffi, che hanno da sempre un rapporto così speciale e stretto con la popolazione hawaiana?”.

Le foche monache hawaiane erano già state piegate dalla caccia spietata all’inizio del ‘900. La loro situazione è poi peggiorata a causa dell’espansione dell’uomo nei loro territori, dell’inquinamento, delle reti marine, della perdita di habitat. Ci mancava solamente il serial killer per chiudere il quadro di questi animali, destinati a scomparire dal pianeta a meno di un miracolo.

Aila sottolinea come la presenza delle foche sia assolutamente vitale all’ecosistema marino e definisce le uccisioni “impossibili da scusare, tanto da un punto di vista culturale quanto ambientale”. Inoltre, massacrare questi animali rappresenta una violazione della legge federale che, per i colpevoli, può significare la detenzione fino a 5 anni e una multa fino a 50 mila dollari.

Nella foto: un esemplare di foca monaca hawaiana.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

Un commento

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com