Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Cani sulle palafitte in Laguna: verso la soluzione?

Cani sulle palafitte in Laguna: verso la soluzione?

Ripubblichiamo il comunicato che l’associazione UGDA ha pubblicato sulla sua pagina Facebook in merito al caso dei cani abbandonati a incattivirsi sulle palafitte, in laguna veneta.

“Carissimi amici,

quello dei cani dei casoni di Chioggia non è stato un caso dimenticato da UGDA, anzi…è una delle tante emergenze che ci hanno tenuti impegnati anche durante le feste di Natale!

In silenzio, senza tanti strombazzamenti e nell’ombra abbiamo lavorato… prima con l’intervento del bravissimo Giuseppe Vullo (UGDA e Orme a Quattro Zampe),poi con il mio intervento personale(Paola) su richiesta di Claudia a noi indirizzata da Chiliamacisegua.In tutto questo percorso mi sono sentita spesso anche con Mauro Munari con il quale abbiamo intrapreso dei passi importanti….

INFINE PROPRIO DI QUESTA MATTINA la bellissima notizia, dal referente del Ministero con cui ho parlato personalmente,che la vicenda sta per avere risvolti positivi di cui siamo STRAFELICI !

GRAZIE ALLA CAPARBIETA’ DI CLAUDIA E DI TUTTI GLI ALTRI VOLONTARI, ALL’IMPEGNO DEL REFERENTE DEL MINISTERO, GRAZIE SOPRATTUTTO ALL’ON. ANDREA ZANONI E  ANCHE A TUTTI I MEZZI DI INFORMAZIONE CHE SONO INTERVENUTI : STRISCIA, RAI 3 E  TV E GIORNALI LOCALI.

IMPORTANTISSIMO! UGDA CON CLAUDIA SI STA IMPEGNANDO ANCHE SUL FRONTE DEL DESTINO DEI CANI.

QUESTA SARA’ UN’ALTRA GRANDISSIMA VITTORIA DI SQUADRA… COME SEMPRE DICIAMO: SOLO VIRIBUS UNITIS SI VINCE!”

In merito alla vicenda, l’assessore all’Ambiente e alla Tutela degli Animali Gianfranco Bettin dichiara a NuovaVenezia: “L’ordinanza che regolamenta l’utilizzo dei cani da guardia, anche in laguna, è pronta e in settimana la sottoporrò al sindaco per la firma. Non si tratta di vietare il ricorso ai cani da guardia nelle peocere, ma di ricordare ai proprietari quali sono le normative europee e nazionali di riferimento da rispettare”, e aggiunge che “chi è fuori dalla norma, o si adegua o dovrà rinunciare al cane da guardia”.

Quello che gli animalisti non otterranno, tuttavia, sarà il divieto assoluto di detenere i cani sulle palafitte. L’assessore specifica infatti che i cani da guardia non sono vietati dalla legge, e che pertanto l’unica condizione da garantire è la salute e il benessere degli animali: “serve cibo fresco, un riparo caldo dalle intemperie, spazi adeguati di movimento se si ricorre a una catena, pulizia dell’ambiente dagli escrementi”.

Bettin racconta di aver inviato i Vigili del Lido in sopralluogo non appena ricevute le prime segnalazioni in merito alle condizioni in cui versavano i cani: “non sono emerse situazioni di particolare degrado. Poi ci siamo relazionati anche con i veterinari dell’ASL, ai quali abbiamo chiesto un parere in merito alle condizioni di vita di questi animali. Nel corso di un nuovo sopralluogo i veterinari hanno portato via con loro, per curarla, una cagnetta meticcia che versava in condizioni di malnutrizione, non riscontrando per il resto situazioni di maltrattamento, ma condizioni certamente da mettere a norma in alcune situazioni”.

A seguito della nuova ordinanza proposta, Bettin spiega che verranno eseguiti nuovi sopralluoghi atti a verificare che quelle che per legge verranno definite come “condizioni di benessere” siano rispettate. 

“Chi non si sarà adeguato sarà sanzionato, dovrà portarsi a casa il cane e, se non potrà tenerlo con sé, siamo d’accordo con le associazioni animaliste di far adottare questi animali”.

Resta ora da capire quanto ci vorrà perché la macchina istituzionale si metta realmente in moto e, soprattutto, quali saranno considerate “condizioni di benessere” adeguate per i cani.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

3 Commenti

  1. antonio gargiulo da napoli

    ma non fate PETIZIONI? sarei felice di firmare e far firmare.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com