Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / India: guardia di un santuario uccide tigre per le sue vibrisse

India: guardia di un santuario uccide tigre per le sue vibrisse

Una guardia deputata alla sicurezza in un santuario per grossi felini in India ha ucciso una femmina di tigre del Bengala con la speranza di aumentare le proprie performance sessuali. 

L’uomo, di cui non sono state rese note le generalità, è un 48enne che era stato incaricato proprio di proteggere un gruppo di rarissime tigri del Bengala. 

La guardia è accusata di aver avvelenato una femmina adulta per poi amputarne numerose parti del corpo, incluse le vibrisse che, a suo dire, avrebbero aumentato le sue performance sessuali.

Secondo Care2, che fornisce la notizia, l’addetto alla sicurezza avrebbe ammesso di aver ucciso la tigre, un esemplare di soli sei anni di età, e di averne successivamente mutilato il corpo all’interno del santuario per grandi felini di Chhattisgarh, nell’India centrale. 

Dopo essere stato arrestato, ha confessato di aver amputato dalla carcassa gli artigli, i denti e le vibrisse, e di credere che abbiano magiche proprietà medicamentose – soprattutto in camera da letto. 

Le tigri del Bengala sono tra i felini a maggiore rischio di estinzione del pianeta. In tutto il mondo, ne sono rimaste all’incirca 1700, e il loro futuro non sembra promettente. Le minacce costanti da parte delle attività umane, il furto dell’habitat, il bracconaggio e, in questo caso, l’idiozia dei singoli le stanno spingendo sull’orlo della scomparsa definitiva.

Evidentemente, non sono al sicuro nemmeno nei santuari che dovrebbero proteggerle.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

Un commento

  1. chi usa violenza sugli animali è innanzi tutto un frustrato sessuale,e poi tutto il resto

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com