Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Storia del cane che correva dietro alle auto in corsa

Storia del cane che correva dietro alle auto in corsa

La versione originale di questa storia, in inglese, si trova qui e arriva dagli USA. Quella che segue è la sua traduzione in italiano.

***

Sei anni fa, qualche giorno dopo il Ringraziamento, stavo guidando verso l’ufficio dove svolgevo il mio lavoro notturno mentre la maggior parte della gente che incrociavo stava tornando a casa. C’era una tempesta in corso, di quelle fatte di tuoni, fulmini e secchiate d’acqua quindi speravo di non trovare troppo traffico dal momento che dovevo superare un difficile incrocio.

Ferma ad un incrocio mi accorsi, con orrore, di un cane bianco e nero che sostava nel bel mezzo dell’incrocio, e che correva freneticamente appresso ad ogni auto che passava cercando di saltarci dentro. 

Schiacciai il pedale del freno, mi slacciai la cintura di sicurezza e saltai giù dalla macchina.

Come se l’avessi chiamato per nome, il cane corse verso di me e balzò nell’abitacolo. Si sedette sul sedile del passeggero, con la lingua a penzoloni.

Inutile dire che non arrivai mai al lavoro quella sera. Portai il cane – una femmina – a casa, la lavai e l’asciugai e mi assicurai che andasse d’accordo con gli altri miei tre cani. 

Lei si comportava come se avesse vissuto in casa mia per tutta la sua vita. Prese possesso di un tappetino e si mise a riposare lì. Chiamai il giornale locale e pubblicai un annuncio in merito al ritrovamento, poi telefonai al canile di zona e comunicai che avevo trovato un cane. 

Una settimana dopo, nessuno aveva chiamato per lei, così decisi di tenerla.

Lei era dolce e abituata alla vita in casa, ma soffriva anche di stress d’abbandono ed era molto bisognosa di rassicurazioni. Si vedeva che era stata il cane di qualcuno, per via del pelo, delle unghie e dei denti, puliti e curati. La chiamai Purdy. 

Posso solo pensare che fosse stata smarrita da qualche turista in città per la Festa del Ringraziamento. Oramai vive con noi da sei anni ma io non riesco più ad attraversare quell’incrocio senza pensare a quanto fortunata sia stata a non essere investita e uccisa. 

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com