Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / I randagi di Bernalda ammazzati a fucilate

I randagi di Bernalda ammazzati a fucilate

Arriva da Geapress la notizia che alcuni randagi accuditi dai volontari a Bernalda (MT) sono stati presi a fucilate da chi, di loro, non ne voleva sapere.

Gli animali venivano accuditi con regolarità in alcune zone di campagna, e risiedevano in terreni i cui proprietari avevano preso accordi in questo senso con i volontari.

Cani randagi, ma di quartiere, conosciuti da tutti e benvoluti dai più. Animali sterilizzati, sfamati, socializzati e dolci con tutti.

Ma, evidentemente, a qualcuno davano fastidio.

È stata naturalmente ad opera di ignoti l’aggressione massiva ai danni dei randagi di Bernalda, che sono stati presi di mira da persone armate di fucili che non volevano solamente spaventarli, ma ucciderli.

E ad ucciderli sono riusciti.

Già un mese fa era sparito un cucciolone, e sebbene il corpo non sia mai stato ritrovato, è cosa nota tra i volontari della zona che sia stato ammazzato a pistolettate. 

Ieri mattina, invece, l’altra raccapricciante scoperta: il corpo di un secondo giovane cane (nella foto) senza vita, e un’altra femmina gravemente ferita da colpi di arma da fuoco. L’esemplare è stato catturato e sottoposto alle cure di rito, mentre ancora nulla s’è potuto fare per un terzo cane, anch’esso vittima della sparatoria, che non si riesce a prendere. Troppo terrorizzato, troppo scioccato, troppo – giustamente – spaventato da quelli della nostra specie.

I cani, la sera prima, erano ancora vivi e vegeti dunque la sparatoria è da ricondursi alla notte tra sabato e domenica.

Non ci si aspetta particolare collaborazione nell’identificazione dei bastardi aguzzini che hanno compiuto questo scempio. Bastardi aguzzini che, per ammazzare i cani in modo così plateale, devono sentirsi veramente intoccabili.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

Un commento

  1. SCHIFOSI VIGLIACCHI SCHIFOSI VIGLIACCHI SCHIFOSI VIGLIACCHI SCHIFOSI VIGLIACCHI SCHIFOSI VIGLIACCHI 🙁 🙁

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com