Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Appelli / Willy, il cane che sorride a chi lo tradisce, tradito una seconda volta

Willy, il cane che sorride a chi lo tradisce, tradito una seconda volta

Sembrava una faccenda risolta, quella di Willy, il “cane che sorride alla sua padrona che lo abbandona a morire”. E invece no.

Avevamo scritto che aveva trovato casa, perché così ci era stato riferito e così pensavano le volontarie che si occupano di questo cane che, mentre la padrona lo abbandonava in una letale perrera spagnola, la guardava con occhi adoranti e pieni d’amore.

E invece l’adozione è saltata.

Se sia stato il trasporto di un momento poi svanito o una scelta dettata da un’emotività passeggera noi non lo sappiamo: quello che sappiamo è che Willy una casa non ce l’ha ancora.

Ora Willy sarà obbligato a finire in pensione, perché l’adozione è saltata e se tornasse in perrera finirebbe immediatamente in lista per l’eutanasia. Tenere Willy in pensione significa dover pagare per il suo stallo, e – di conseguenza – non poter portare in salvo altri cani che in perrera si trovano ancora. Perché, ovviamente, l’unico modo per tirarli fuori dai canili della morte non è supplicare, ma pagare. 

Willy deve, assolutamente deve, trovare una casa. 

Riportiamo in fondo all’articolo la sua storia, per chi ancora non la conoscesse.

Fate finta di leggerla per la prima volta. Guardate Willy come se lo vedeste per la prima volta. Guardate come sorride alla sua “padrona” mentre lei lo tradisce. Guardate come la fissa speranzoso e pieno d’amore, convito – a torto – che tornerà a riprenderlo.

E pensate se non sia il caso, questo Natale, di farvi un regalo che non ha prezzo: la lealtà di un amico così.

Vi preghiamo, adottate Willy.

***

Questa è una di quelle foto che fanno sanguinare il cuorecosì forte e così tanto che il respiro manca.

Il muso di un cane voltato verso l’alto, lo sguardo felice e l’espressione piena di adorazione tipica di chi guarda l’oggetto del suo amore. Il cane guarda la sua proprietaria e sembra sorridere, mentre lei lo abbandona in una perrera spagnola, dove verrà soppresso.

Lui si chiama Willy e la sua storia crudele e triste è condivisa dal Rifugio ENPA Sarano – Progetto Spagna (qui la storia originale).

Willy è immortalato esattamente nel momento in cui la sua “padrona” ha deciso che per lui non c’è più posto, che la perrera può prenderselo e sopprimerlo. 

La foto è stata scattata negli scorsi giorni fuori dai cancelli della perrera di Santander. 

I volontari italiani che lottano per salvare i cani dall’orrore perreras assistono alla scena e non possono fare altro che pagare per Willy e metterlo in pensione.

Lì, Willy è al sicuro fino a che i soldi non finiscono. Se i soldi finiranno prima che lui abbia trovato uno stallo o una famiglia, tornerà in perrera e lì finirà in lista per l’eutanasia, assieme ai molti, troppi altri che muoiono ogni giorno nei canili spagnoli.

In pratica, Willy cerca casa.

Se volete che il suo sguardo adorante e pieno di gratitudine si fermi su di voi, allora andate a questo link e contattate Daniela, in fascia serale, al numero 347 7380309.

Se invece non potete adottare Willy, allora vi chiediamo di far conoscere la sua storia e di condividerla, perché la sua condanna a morte non sia rimandata, ma sospesa per sempre.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

2 Commenti

  1. Vi prego adottatelo… amare un’animale è la cosa più bella che ci sia, non siate egoisti… non pensate sempre a voi stessi, adottate willy, se potessi lo farei io, ma proprio non posso, ma vi prego cerchiamo di cambiare questo mondo di merda aiutandoci e fare del bene..

  2. povera stella, la sfortuna lo perseguita

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com