Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Gli USA riprendono a macellare i cavalli

Gli USA riprendono a macellare i cavalli

Il bando alla macellazione dei cavalli negli USA è caduto: dal 2007 era vietato, negli Stati Uniti, uccidere gli equini per nutrirsene. Ora non più, e si parla di un abbattimento annuo di circa 200,000 esemplari.

La legge del 2007 arrivava, segno di grande progresso, dopo le vibranti e pressanti proteste di svariati gruppi animalisti americani, e rappresentava un notevole passo avanti – anche perché i cavalli sono, quasi ovunque, considerati ormai animali d’affezione.

Fermo restando che non vi dovrebbe essere, nella misura del rispetto della vita, alcuna differenza tra una specie ed un’altra, stupisce molto che il Congresso abbia riammesso la possibilità della macellazione dei cavalli. Ovviamente, si ritiene che la motivazione per una scelta che rappresenta dieci passi indietro rispetto a quanto ottenuto nel 2007, sia una (e la solita): il denaro.

Dovranno essere comunque stanziati dai 3 ai 5 milioni di dollari per le analisi cui gli animali verranno sottoposti prima di avviarsi al mattatoio, dove termineranno la loro esistenza in maniera infame.

Viene voglia solo di chiudere gli occhi un istante, e immaginare un mondo vegan in cui una barbarie del genere, come molto altro, non avrebbe mai mercato e dovrebbe pertanto essere sospesa.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

2 Commenti

  1. bisogna fermarli chi uccide gli animali è disumano vorrei vedere loro al posto dei cavalli destinati al macellaio!!!

  2. ma non e possibile che possono di nouvo uccidere i cavalli.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com