Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / La Svezia propone il bando al sesso con animali. Finalmente

La Svezia propone il bando al sesso con animali. Finalmente

Dopo anni di disquisizioni in merito, in Svezia si propone finalmente il bando alle pratiche sessuali con animali, depenalizzate nel 1944.

“Sappiamo che c’è il rischio che gli animali usati in queste pratiche vengano feriti”, dichiara – con uno sgradevole utilizzo del termine “usare” e definendo eufemisticamente lo stupro una “pratica”- Eva Eriksson, Governatrice della Contea di Varmlad.

Secondo la Eriksson, l’argomento è stato oggetto di discussione per lungo tempo e la sensazione è che si vi sia bisogno di un giro di vite finalizzato ad ottenere una chiara proibizione dei rapporti sessuali con animali.

“Oggi come oggi è molto semplice, in internet ma anche in altri posti, trovare animali con cui avere rapporti sessuali e ci sono anche molte documentazioni in merito a queste attività”, spiega la Eriksson.

La governatrice tiene però a sottolineare che, a suo parere, che il sesso con animali non è assolutamente paragonabile alla crudeltà verso gli animali, per la quale una legge esiste già.

Ma il sesso con animali non è una forma di violenza? È inesatto chiamare un rapporto sessuale con un animale “stupro”, quando è evidente che l’animale in questione sia costretto a subirlo? E lo stupro non è una forma atroce di crudeltà?

Al di là delle considerazioni sul legiferare e proibire l’attività sessuale con gli animali, bisognerebbe innanzitutto prendere atto che quest’ultima è una forma di crudeltà e come tale dovrebbe essere considerata: la mentalità della gente deve cambiare assieme alla legge. 

La nuova legge, sostiene la Eriksson, è finalizzata a colpire l’abuso sessuale di animali quando avviene per il solo piacere dell’aguzzino. Che cosa significhi esattamente non è dato sapere.

“Si parla di gente che si introduce in proprietà private per fare sesso con cavalli o mucche, qualcosa che non è naturale per l’animale e che è eticamente ingiustificabile”.

In Svezia si discute di bandire le pratiche sessuali con animali dal 1988 e la Eriksson, eletta nel 2004, si è occupata di studiare nuove norme per due anni.

Nota positiva al di là di certe affermazioni ambivalenti: la legge dovrebbe arrivare a proibire i grandi animali come gli elefanti e i leoni marini dai circhi.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

Un commento

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com