Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Campagne / Autorità ucraine ‘richiamate’ in merito al massacro dei randagi

Autorità ucraine ‘richiamate’ in merito al massacro dei randagi

Oggi, 14 novembre, il ministro dell’Ecologia ucraino Mykola Zlochevski ha incontrato la delegazione dell’organizzazione inglese British Naturewatch, guidata dal suo direttore John Ruane.

A dichiarare il fatto è stato lo stesso ufficio stampa del Ministero e ora la notizia inizia a rimbalzare sulla rete.

Il trattamento degli animali (L’Ucraina sta procedendo a bruciare vivi i suoi randagi per gli Europei di Calcio del 2012, ne avevamo parlato qui) è stato ovviamente uno dei più importanti argomenti di discussione.

Stiamo chiedendo alle autorità ucraine di utilizzare l’esperienza internazionale per risolvere il problema dei cani randagi. Non possono essere massacrati, come avviene normalmente per mano delle autorità ucraine”, ha dichiarato John Ruane.

Zlochevski ha reso noto che il Ministero dell’Ecologia è in procinto di preparare emendamenti alla legislazione per quanto riguarda il trattamento degli animali randagi e che sarebbe grato di ricevere consulenze internazionali.

“La responsabilità delle autorità locali sarà più alta. Ora il Ministero sta disponendo in merito alla costruzione di nuovi e moderni rifugi per cani randagi nelle regioni centrali dell’Ucraina. Il progetto pilota verrà realizzato a Kyiv prima di luglio 2012. Chiedo alle autorità locali di allocare spazio per i rifugi, e il ministero è pronto a considerare la sua partecipazione nella costruzione degli stessi”, ha dichiarato il Ministro.

Tanto per rinfrescare la memoria, i gruppi animalisti di tutto il mondo stanno accusando le autorità ucraine di utilizzare metodi brutali e illegali per uccidere i cani randagi e svuotare le strade per Euro 2012: gli animali vengono gettati vivi in forni crematori portatili. In alternativa, sono avvelenati con sostanze proibite per legge che provocano loro una lunghissima, atroce agonia.

Ci si augura che questo cambio di rotta sia tanto vero quanto rapido.

Nella foto: un randagio ucraino trascinato verso la morte.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

13 Commenti

  1. gente di m…a per voi la pena di morte pare che vi divertiate, a guardare bene quel povero cane gia le gambe si lasciano andare perchè stanno usando il laccio a strozzo, che in verità lo userei per loro e a chi a dato autorità a fare questo indegno giustiziere di morte.
    Lo vorrei fra le mie mani in questo momento quel assassino da quattro soldi, poi vogliamo che il mondo vada bene finchè esisterà gente come loro allo sfascio andrà e sempre peggio.

  2. POSSIATE FARE ANCHE VOI TUTTI LA PEGGGIORE AGONIA E MORTE CHE ESISTE!!! MERDE!!!

  3. i cani catturati vengono uccisi all’istante lanfranco 🙁

  4. Spero vivamente che tutto vada a buon fine, ma al momento le autorità ucraine che faranno ? I cani già catturati moriranno??????

  5. Anna Maria Alonzo

    basta con questi massacri perpetrati agli animali. Ma esiste un popolo civile che ama gli animali? Esistono le sterilizzazioni, oggi pfrenare il randagismo Sono dei criminali .

  6. Vergogna………..nel frattempo saranno morti tutti, tra atroci sofferenze……..

  7. Non ho parole ….solo insuti

  8. Nel frattempo li avranno sterminati tutti…

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com