Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Desenzano: cane rimasto sepolto vivo per due giorni, è salvo

Desenzano: cane rimasto sepolto vivo per due giorni, è salvo

È salvo Jerry, il cane che è rimasto sepolto vivo per ben due giorni. A compiere l’orribile gesto, il suo “padrone”.

Una vera e propria tecnica di sadismo psicologico quella verificatasi a Desenzano del Garda, che però si è conclusa con un lieto fine: il salvataggio di Jerry e la denuncia del proprietario.

A rendersi conto che stava succedendo qualcosa di grave è stato un vicino dell’uomo, che ha sentito guaiti e lamenti provenire da un appezzamento di terreno in campagna. È stato a quel punto che è stata inviata sul posto una pattuglia della Polizia Locale.

Lì, sotto un avvallamento di terreno ricoperto da detriti e mattoni, c’era Jerry. I suoi lamenti si erano fatti debolissimi, flebili, ma i vigili sono riusciti a sentirlo. Per tirarlo fuori da quell’inferno è stato necessario scavare per un metro e mezzo sotto il livello del terreno.

Jerry era stato sepolto vivo. Al bel bretone rosso e bianco erano stati bendati persino gli occhi, ormai ciechi a causa di una probabile infezione, con una benda.

Jerry respirava a fatica ed era ormai completamente immobile, fortemente disidratato. È stato trasportato immediatamente in clinica veterinaria all’ASL mentre i vigili procedevano all’identificazione del proprietario.

L’uomo ha ammesso di aver seppellito Jerry quasi 48 ore prima. La denuncia per maltrattamento è scattata subito, e la polizia locale ha sottolineato al PM la particolare crudeltà dell’atto.

Jerry si trova ora al canile sanitario di Brescia, sta meglio e finirà in canile a Desenzano tra qualche giorno.

Quialtre foto del salvataggio scattate dai vigili.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

6 Commenti

  1. PENA DI MORTE

  2. sarà brutto da dire ma sono d’accordo con te!

  3. io seppelirei lui , e la sua famiglia….che dio mi perdoni……………..

  4. Che tristezza, ne anche tanto lontano da casa mia.. non ho parole ..

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com