Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Como: mucca lasciata in agonia per motivi religiosi

Como: mucca lasciata in agonia per motivi religiosi

Le assurdità non finiscono mai. Questa storia ne è un esempio lampante. 

Nel comasco, una mucca è lasciata in agonia da cinque giorni a causa della fede religiosa del suo proprietario.

La mucca, di nome Jamuna, è malata e affetta da paralisi progressiva: la patologia le ha colpito gli arti posteriori e finirà col raggiungere il cuore. Da qualche giorno l’animale non è più in grado di muoversi ed è immobile a terra, agonizzante, sui bordi di via Sant’Agata, ossia la strada che porta alla frazione di Gera Lario.

Il proprietario non ha la minima intenzione di farla abbattere, perché pare che secondo la sua dottrina buddista l’animale debba essere lasciato morire in maniera assolutamente naturale e senza alcun riguardo per le sue sofferenze.

Perché nessuno interviene? Se questa mucca è abbandonata per la strada da cinque giorni, al freddo, alla pioggia, immobile e privata di cibo e mucca, di cos’altro ha necessità l’autorità giudiziaria per procedere al sequestro dell’animale e intervenire con le cure più adatte, si riassumessero solo in una pietosa eutanasia?

Se qualcuno si trovasse in zona e potesse verificare la situazione, il gesto sarebbe molto apprezzato.

La libertà religiosa di un uomo deve riguardare lui, non altre creature.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

10 Commenti

  1. antonio gargiulo

    E’ POSSIBILE CHE LE FORZE DELL’ORDINE NON FANNO NIENTE?
    E’LE ASS.ANIMALISTE CHE FANNO? CHE CI STANNO A FARE
    SOLO PER LE DONAZIONI?

  2. io dico solo che è un bastardo umano e basta….vorrei che fosse lui agonizzante in una strada!!!!! DEMENTE idiota te le la tua religione….E le forze dell’ordine che fanno?????? Che fanno??????

  3. pascaline, hai ragione. alla fine il problema non è la religione di quest’uomo, ma la sua idiozia.

  4. pero non e musulmano!!!! é buddista!!!
    non é davvero la stessa cosa
    ovviamente, questa storio é tristissima……

  5. Non sono razzista ma vorrei un po parlare dei tanti mussulmani che vivono in Italia. Ebbene per festeggiare la loro pasqua comperano gli agnelli e i conigli cuccioli, li nutrono, per poi sgozzarli e lasciarli morire esamini, perché secondo la loro religione l’agonia serve a purificare l’animale pronto per quando arriva il fatidico giorno di pasqua. Ma “cacchio” possibile che loro possono infrangere le leggi nostre ed europee senza che nessuno intervenga? La loro religione inoltre gli permette di tenere i cani solo ed esclusivamente se utili, ad esempio; per fare la guardia, per cacciare, non gli consente di dare una carezza alla povera bestiola ecc.Tutti lo sanno ma nessuno interviene. Quando una donna va nella loro terra di origine gli è vietato mostrarsi al pubblico ed è costretta a coprirsi, non deve indossare nessuna croce e simbolo..!. Ma vogliamo fare rispettare si o no le poche leggi che abbiamo in questo stato italiano o devo vergognarmi di farne parte? Altro che moschee. Meno strutture religiose e più strutture per i nostri amici animali forse sarebbe meglio….!

  6. A prescindere dalla religione di ognuno, sarebbe da sparare nelle gambe del proprietario e gettarlo nudo lungo la strada…occhio per occhio, dente per dente..

  7. Ciao livia, purtroppo a livello di riferimenti noi abbiamo solo quelli dei link alla fonte. Nemmeno su quelli è possibile localizzare la posizione?

  8. Io sono del posto ma è un pochino difficile andare a controllare se non ci sono riferimenti. Gera Lario non è uno sputo su di una cartina, quindi, avendo a disposizione, magari, dei recapiti si potrebbe agire più facilmente.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com