Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Dossier / Proteggere gli animali d’inverno: qualche consiglio

Proteggere gli animali d’inverno: qualche consiglio

L’inverno è freddo per tutti, anche per gli animali. Non bisogna farsi ingannare dalle loro pellicce soffici, o dalla certezza acquisita che siano perfettamente in grado di cavarsela all’esterno, da soli, anche quando la temperatura rasenta lo zero.

Ecco qualche consiglio, semplice e immediato, su come aiutarli quando fa molto freddo.

Chiedete ai vostri vicini di tenere gli animali all’interno. 

Cuccioli di cane e gattini, o esemplari anziani, animali di taglia molto piccola, e cani col pelo raso – inclusi pointer, beagle, rottweiler, pitbull e dobermann, sono particolarmente sensibili alle basse temperature e non dovrebbero stare all’esterno.

L’importanza di un riparo adeguato.

Animali che vivono costantemente all’aperto e che per qualunque motivo non possono trovare riparo dentro casa hanno bisogno di una cuccia adeguata, un rifugio, che può fare una differenza abissale per loro. Le cucce per cani dovrebbero essere fabbricate in plastica o legno – meglio evitare il metallo, perché non isola – e posizionate in una zona soleggiata ma protetta, durante il periodo invernale. Le cucce dovrebbero anche essere sollevate dal suolo di qualche centimetro. Paglia dovrebbe essere posizionata sul tappeto delle cucce: i cuscini e le coperte congelano e rimangono molto più umidi.

Gli animali casalinghi dovrebbero stare dentro casa.

Durante l’inverno i cani e i gatti che normalmente vivono dentro casa non dovrebbero uscire. Quando fa molto freddo, i gatti tendono a sistemarsi sotto il cofano delle vetture ancora calde, ossia dentro il motore – ma questo spesso significa che, quando l’auto viene accesa, rimangono gravemente feriti oppure uccisi. Un piccolo trucco per evitare un disastro simile e picchiare con il pugno sul cofano dell’auto prima di accenderla. Ricordate anche che l’antigelo è letale per gli animali e che ghiaccio e neve al suolo tendono a disorientare il loro olfatto: vengono smarriti più animali in inverno che durante qualunque altra stagione.

Asciugate gli animali quando rientrano a casa. 

Ripulite le loro zampe, stomaco e soprattutto cuscinetti dopo che sono stati all’aperto. Il sale sparso al suolo e altri agenti chimici usati per contrastare il gelo possono intossicare il vostro animale quando cerca di ripulirsi da solo.

Aiutate gli animali selvatici con un po’ d’acqua.

Lasciate ciotole d’acqua all’aperto, e ricordate di cambiarla spesso in modo che non geli.

Documentate i casi di incuria.

Fate filmati o fotografie se incontrate un animale che è privato di cibo, acqua o riparo. Comunicate le vostre scoperte alla locale associazione animalista. Fate anche attenzione ai cani che abbaiano di continuo: spesso e volentieri si tratta di animali ignorati e vittime dell’indifferenza che stanno manifestando, nell’unico modo che conoscono, un profondo disagio. Se potete, fornite agli animali vittime dell’incuria quello che a loro manca: acqua, cibo e un minimo di protezione. Se riuscite ad instaurare un minimo di comunicazione con i loro proprietari, offritevi gratuitamente di portare i cani a fare una passeggiata in modo che possano scaldarsi o di ospitarli (ad esempio in garage) durante le notti più fredde.

Condividete questi consigli con chi conoscete.

La maggior parte delle persone non sa come intervenire in casi simili. Se fornite loro qualche soluzione, forse faranno qualcosa e potranno essere aiutati più animali.

 

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

Un commento

  1. E un dovere di prendersi la cura dei animali, perchè sono stati creati dallo stesso Creatore.. serena domenica Pif

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com